FamiliariIncidenti e altre morti improvvise: come parlarne a bambini e ragazzi

La morte a causa di incidenti, come quelli stradali, aerei, ferroviari, o altre morti avvenute in circostanze drammatiche risultano difficili da comunicare perchè si è sconvolti e disorientati, essendo accaduti così all’improvviso. Pare impossibile che la persona, viva fino al momento prima, ora non ci sia più, sia davvero morta.

In caso di incidente è di aiuto, per non alimentare dubbi e incertezze, spiegare a bambini e adolescenti come e cosa è successo, quali danni fisici sono stati provocati. Non è mai necessario e neppure opportuno scendere in particolari che potrebbero inquietarli.

È bene creare una situazione di vicinanza fisica e affettiva, procedere lentamente, rimanendo in ascolto delle loro domande e osservazioni e attenti alle loro reazioni, dicendo qualcosa del genere:

Devo dirti qualcosa che riguarda il papà, è una cosa così triste che quasi non riesco a dirla. Oggi, mentre stava andando al lavoro, c’è stato un incidente di macchina. Papà nello scontro ha battuto la testa così forte che è morto”.